Cera

La nostra apicoltura biologica è fatta di costanti controlli e attenzioni. Il Monviso il nostro compagno fedele che supervisiona ogni operazione.  La ricerca dell’equilibrio all’interno dell’alveare è un lavoro che dura 12 mesi: anche il periodo invernale, apparentemente di stallo, è fondamentale per il riposo ed il recupero delle api, in vista della ripresa primaverile.

La cera, che potremmo definire la materia prima della casa delle api, è rigidamente controllata. Proprio per questo recuperiamo la cera di opercolo biologica prodotta in azienda e la rifondiamo a creare nuovi fogli cerei. Le nostre arnie, in legno locale, sono verniciate soltanto all’esterno e con vernici atossiche all’acqua. Ogni anno sostituiamo i telaini più  vecchi con altri nuovi composti da cera vergine… perché avere una casa pulita e in ordine aiuta a stare meglio!

Lontano da ogni logica intensiva somministriamo solo  se necessario, ed esclusivamente nel periodo autunnale, una nutrizione di emergenza a base di sciroppo biologico e miele aziendale. Non vogliamo sentir parlare di nutrizioni stimolanti o simili.

La nostra produzione è incerta e difficilmente quantificabile. La nostra passione per le terre alte ci espone a ulteriori incertezze dovute al clima. Basta un cambiamento climatico improvviso per compromettere una fioritura, per farci perdere un treno che passerà solo, e senza mai certezza,  di lì a 12 mesi.  

Quando un prodotto non è disponibile, o la sua produzione è limitatissima, saremo felici di raccontarvi il perché.